Narrazioni

Nessuna immagine impostata

Il racconto è un genere amato e praticato in America e in Inghilterra, dove viene regolarmente pubblicato anche in giornali e riviste, ma è quasi del tutto trascurato dall’editoria italiana, secondo la quale esso non troverebbe pubblico né mercato. Eppure proprio nel racconto, piuttosto che nel romanzo, la narrativa italiana aveva raggiunto i suoi risultati più alti, dal Trecento di Boccaccio fino al Novecento di Moravia, Soldati, Landolfi e infiniti altri.
La casa editrice La scuola di Pitagora vorrebbe contribuire per la propria parte ad una ripresa di interesse verso questo genere, inaugurando una nuova collana, che ospiterà autori italiani e stranieri, noti e meno noti, del Novecento e del Duemila, anche al fine di stabilire un raccordo e un raffronto di temi e di stili fra le diverse generazioni.
La collana si intitola “Narrazioni” e pubblica solo testi brevi: non solo racconti di pura fiction ma anche narrazioni di altra natura (storica, biografica, sociale), purché rispondano al duplice requisito di un’esperienza conoscitiva originale e di un esito poetico, o almeno letterario, sicuro.
Senza aderire ad alcuna poetica costituita (che non sia quella dell’aurea ‘brevitas’), la collana persegue tuttavia l’intento di una ricerca narrativa le cui novità o particolarità potranno essere illustrate in brevi postfazioni o note affidate ad altri scrittori o critici-scrittori, nella schlegeliana convinzione che “la poesia può essere criticata solo dalla poesia”.
La collaborazione avviene per invito: manoscritti eventualmente inviati non vengono né letti né restituiti.

Recensioni
Intervista al direttore della collana Mario Andrea Rigoni