PDFStampaEmail

Per una lettura non riduttiva di Platone

    Un dibattito tra Vittorio Hösle e Franz von Kutschera
  • Autore: Vittorio Hösle
  • traduzione di Gaetano Longo
  • ISBN 978-88-6542-513-8
  • Pagine: 112
  • Anno: 2017
  • Formato: 11,5 x 19,5 cm
  • Collana: Diotìma. Questioni di filosofia e politica, 18
  • Supporto: libro cartaceo
Valutazione: Nessuna valutazione
Prezzo:
Prezzo di vendita: 10,00 €
d18
  • d18
Descrizione

Per molteplici ragioni Platone è «il più difficile interpretandum della storia della filosofia»: del suo pensiero, infatti, si sono date lungo i secoli le più diverse letture, partendo peraltro da impostazioni filosofiche radicalmente differenti tra loro. Consapevole di ciò e analizzando nel dettaglio la ponderosa monografia di Franz von Kutschera sulla filosofia di Platone, Vittorio Hösle si interroga sulla possibilità di un approccio sistematico e unitario nella lettura dei dialoghi. Alla base della sua proposta interpretativa vi sono le cosiddette «dottrine non scritte», che permettono di interpretare diversamente il rapporto fra oralità e scrittura, e un costante riferimento al complesso rapporto tra i testi e il problema della verità filosofica. Nel tentativo, quindi, di non sottrarsi alla non facile impresa di interpretare Platone, Hösle auspica che si possa arrivare a presentare «una esposizione sintetica di Platone che riassuma tutti i risultati delle ricerche che negli ultimi decenni gli sono stati dedicati».

Vittorio Hösle, nato a Milano nel 1960 da madre italiana e padre tedesco, insegna dal 1999 filosofia, letteratura e scienze politiche negli Stati Uniti all’University of Notre Dame. I suoi libri sono apparsi in venti lingue. Al pubblico italiano sono noti: Il compimento della tragedia nell’opera tarda di Sofocle, 1986; La legittimità del politico, 1990; La filosofia della crisi ecologica, 1992; I fondamenti dell’aritmetica e della geometria in Platone, 1994; Introduzione a Vico, 1997; Verità e storia, 1998; Aristotele e il dinosauro (con Nora K., 1999); Interpretare Platone, 2007; Il concetto di filosofia della religione in Hegel, 2007; Il sistema di Hegel, 2012. Con C. Jermann è autore della prima traduzione integrale in tedesco della Scienza nuova di Vico.

Recensioni
Nessuna recensione disponibile per questo titolo.
Subcategory
Video

Per molteplici ragioni Platone è «il più difficile interpretandum della storia della filosofia»: del suo pensiero, infatti, si sono date lungo i secoli le più diverse letture, partendo peraltro da impostazioni filosofiche radicalmente differenti tra loro. Consapevole di ciò e analizzando nel dettaglio la ponderosa monografia di Franz von Kutschera sulla filosofia di Platone, Vittorio Hösle si interroga sulla possibilità di un approccio sistematico e unitario nella lettura dei dialoghi. Alla base della sua proposta interpretativa vi sono le cosiddette «dottrine non scritte», che permettono di interpretare diversamente il rapporto fra oralità e scrittura, e un costante riferimento al complesso rapporto tra i testi e il problema della verità filosofica. Nel tentativo, quindi, di non sottrarsi alla non facile impresa di interpretare Platone, Hösle auspica che si possa arrivare a presentare «una esposizione sintetica di Platone che riassuma tutti i risultati delle ricerche che negli ultimi decenni gli sono stati dedicati».

Vittorio Hösle, nato a Milano nel 1960 da madre italiana e padre tedesco, insegna dal 1999 filosofia, letteratura e scienze politiche negli Stati Uniti all’University of Notre Dame. I suoi libri sono apparsi in venti lingue. Al pubblico italiano sono noti: Il compimento della tragedia nell’opera tarda di Sofocle, 1986; La legittimità del politico, 1990; La filosofia della crisi ecologica, 1992; I fondamenti dell’aritmetica e della geometria in Platone, 1994; Introduzione a Vico, 1997; Verità e storia, 1998; Aristotele e il dinosauro (con Nora K., 1999); Interpretare Platone, 2007; Il concetto di filosofia della religione in Hegel, 2007; Il sistema di Hegel, 2012. Con C. Jermann è autore della prima traduzione integrale in tedesco della Scienza nuova di Vico.