PDFStampaEmail

Pace e guerra giusta nella riflessione di Erasmo da Rotterdam

  • Autore: Giuseppe Gagliano
  • ISBN 978-88-6542-496-4
  • Pagine: 96
  • Anno: 2016
  • Formato: 15 x 21 cm
  • Collana: Biblioteca di studi umanistici, 14
  • Supporto: libro cartaceo
Valutazione: Nessuna valutazione
Prezzo:
Prezzo di vendita: 11,00 €
bsu14
  • bsu14
Descrizione

Un’Europa divisa da lotte e guerre interne, lontana dalla pace e dalla fratellanza tra i popoli, è il contesto storico che ispirò la Querela pacis di Erasmo da Rotterdam.
Il saggio di Giuseppe Gagliano, attraverso un’analisi storica delle strategie politiche ed economiche che hanno portato a un’apparente stabilità dei Paesi europei, liberi dalle frontiere e lontani dalla violenza, vuol essere una riflessione e un confronto sul concetto di pace e di guerra giusta. Leggendo le pagine di Erasmo, il Gagliano cerca una risposta alla profonda crisi che sta attraversando oggi l’Europa.

Giuseppe Gagliano si è laureato in Filosofia presso l’Università Statale di Milano. Attualmente è presidente CESTUDEC (Centro Studi Strategici Carlo De Cristoforis) e collabora con la «Rivista Marittima», l’Isag, la Società italiana di storia militare, il Cenegri (Brasile), il Centre Français de Recherche sur le Renseignement, il Sage International australiano, il Terrorism Research & Analysis Consortium americano, l’«International Journal of Science» inglese e la rivista filosofica «Magazin za kulturu i filozofiju». Ha pubblicato: L’intellettuale in rivolta (Rubettino, 2012), La democrazia totalitaria (Aracne, 2014), Il concetto di totalitarismo (Aracne, 2015), Ernst Jünger, a cura di Luigi Iannone, (Solfanelli, 2015), Introduzione alla filosofia politica kantiana (Armando, 2016).

Recensioni:
Il piacere della lettura, 30 luglio 2016

Recensioni
Nessuna recensione disponibile per questo titolo.
Video

Un’Europa divisa da lotte e guerre interne, lontana dalla pace e dalla fratellanza tra i popoli, è il contesto storico che ispirò la Querela pacis di Erasmo da Rotterdam.
Il saggio di Giuseppe Gagliano, attraverso un’analisi storica delle strategie politiche ed economiche che hanno portato a un’apparente stabilità dei Paesi europei, liberi dalle frontiere e lontani dalla violenza, vuol essere una riflessione e un confronto sul concetto di pace e di guerra giusta. Leggendo le pagine di Erasmo, il Gagliano cerca una risposta alla profonda crisi che sta attraversando oggi l’Europa.

Giuseppe Gagliano si è laureato in Filosofia presso l’Università Statale di Milano. Attualmente è presidente CESTUDEC (Centro Studi Strategici Carlo De Cristoforis) e collabora con la «Rivista Marittima», l’Isag, la Società italiana di storia militare, il Cenegri (Brasile), il Centre Français de Recherche sur le Renseignement, il Sage International australiano, il Terrorism Research & Analysis Consortium americano, l’«International Journal of Science» inglese e la rivista filosofica «Magazin za kulturu i filozofiju». Ha pubblicato: L’intellettuale in rivolta (Rubettino, 2012), La democrazia totalitaria (Aracne, 2014), Il concetto di totalitarismo (Aracne, 2015), Ernst Jünger, a cura di Luigi Iannone, (Solfanelli, 2015), Introduzione alla filosofia politica kantiana (Armando, 2016).

Recensioni:
Il piacere della lettura, 30 luglio 2016