Napoli, «Quo vadis, Italia?» e «Il casalese»

 

Lunedì, 7 maggio 2012, ore 17.00
Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Palazzo Serra di Cassano, via Monte di Dio, 14 - Napoli
 

Tavola rotonda:
 

 

Quo vadis, Italia?
(La scuola di Pitagora editrice)

 

Il Casalese
(Casa editrice Cento autori)

 

Interverrà:
Franco Roberti (Procuratore della Repubblica di Salerno)
 

ne discuteranno:
Massimiliano Amato (Giornalista, autore del Casalese)
Ciro Pellegrino (Giornalista, autore del Casalese)
Antonio Polichetti (Società di studi politici, autore di Quo vadis, Italia?)
Stefano Sarno (Società di studi politici)

 

 

Antonio Polichetti

Quo vadis, Italia?

Rapporto sullo stato del Paese


2011, ISBN 978-88-6542-020-1,

p. 920, formato 12,5 x 20 cm

€ 27,00


 

Quo vadis, Italia? racconta lo stato di cose presente del nostro Paese: il disastro ambientale e sanitario della Campania e del Mezzogiorno d’Italia, il traffico di rifiuti tossici, l’inquinamento delle falde acquifere, la truffa degli inceneritori, l’omologazione del ceto imprenditoriale italiano alle organizzazioni criminali, la “borghesia mafiosa” e la nuova classe economica dei gestori dei rifiuti.
Chiunque, in qualsiasi momento, può conoscere l’ammontare del debito pubblico italiano, ma quanto pesa sulla nostra testa la distorsione dell’istituto della concessione e delle “leggi criminogene” sui lavori pubblici? La spesa pubblica fuori controllo arricchisce le mafie rovinando le città, i paesaggi e le imprese oneste. Il debito pubblico cresce, ma è giusto ridurre le risorse statali in favore dell’istruzione, della ricerca scientifica di base e della cultura? La fuga di cervelli è inarrestabile. Quale classe dirigente avremo in futuro?
Il Teatro grande di Pompei è stato snaturato e devastato. Verso quale sentiero si sta incamminando la civiltà europea?
Le grandi risorse naturali ed energetiche del nostro Paese vengono depredate da spietate multinazionali. Cosa c’è dietro questo scenario di distruzione e rapine? Chi ne trae giovamento? Quali sono le forze economiche responsabili del disastro? Dov’è finita la dimensione della politica e dell’interesse pubblico?
Quo vadis, Italia? è dedicato a quell’Italia che lotta contro il “blocco sociale”, vero ostacolo a tutti gli sforzi compiuti dal 1860 ad oggi per l’Unità e per l’avanzamento democratico e civile del Paese.