PDFStampaEmail

La sfida dell’impronta di carbonio del cantiere edile

    Tackling carbon footprint of construction site
  • Autrice: Monica Cannaviello
  • ISBN 978-88-6542-616-6
  • Edizione: Italiano/Inglese
  • Pagine: 176
  • Anno: 2017
  • Formato: 29,6 x 21 cm
  • Collana: Temi e frontiere della conoscenza e del progetto, 2
  • Supporto: file PDF (7.4 Mb)
Valutazione: Nessuna valutazione
Libro nel formato elettronico (e-book)

TF02-9788865426166.pdf

TF02-9788865426166.pdf

Prezzo:
Prezzo di vendita: 10,40 €
Ammontare IVA: 0,40 €
tf02
  • tf02
Descrizione

Nel processo edilizio, la fase di cantiere gioca la sfida del secolo: contribuire a ridurre l’impronta di carbonio del  settore delle costruzioni, in relazione sia al consumo di risorse non rinnovabili, che alle emissioni inquinanti. La ricerca scientifica internazionale ha sancito che non è più sufficiente il controllo degli impatti energetici ed ambientali nella fase di esercizio, ma è necessario analizzare il bilancio di risorse durante tutto il ciclo di vita, ragionando in termini di energia e carbonio incorporati. La misura del trend è data dall’impronta di carbonio. I consumi energetici imputabili al cantiere sono  responsabili dell’emissione di enormi quantità di CO2, ed è quindi necessario individuare strategie efficaci per facilitarne la riduzione. Intervenire sui servizi logistici per il cantiere può rappresentare un opportunità.

In the construction process, the construction site phase plays the tackle of this century: contributing to reduce the carbon footprint of the building sector, in relation to both the consumption of non-renewable resources and polluting emissions. The international scientific research has established that it is not sufficient the control of the energy and environmental impacts in the exercise phase anymore, but it is necessary to analyse the resources budget throughout the entire life-cycle, reflecting on terms of embodied energy and carbon. The measurement of the trend is given by the carbon footprint. The energy consumptions attributable to the construction site are responsible  for the emissions of large amounts of CO2, so it is necessary to identify efficient strategies to facilitate their reduction. Intervening on site logistics can represent an opportunity.

Monica Cannaviello, Architetto, Dottore di Ricerca in Tecnologia dell'architettura e dell'ambiente, Esperto in Gestione dell’Energia, Professore a contratto (dal 2000 al 2012) presso l’Università di Napoli Federico II e l’Università della Campania, ha partecipato a diversi progetti di ricerca, sull'efficienza energetica degli edifici, sull'innovazione tecnologica e sulla sostenibilità della fase di costruzione. È stata impegnata in attività di docenza in master e corsi di formazione professionale inerenti il proprio settore di ricerca ed è autrice di numerose pubblicazioni scientifiche e tecniche.

Recensioni
Nessuna recensione disponibile per questo titolo.
Video

Nel processo edilizio, la fase di cantiere gioca la sfida del secolo: contribuire a ridurre l’impronta di carbonio del  settore delle costruzioni, in relazione sia al consumo di risorse non rinnovabili, che alle emissioni inquinanti. La ricerca scientifica internazionale ha sancito che non è più sufficiente il controllo degli impatti energetici ed ambientali nella fase di esercizio, ma è necessario analizzare il bilancio di risorse durante tutto il ciclo di vita, ragionando in termini di energia e carbonio incorporati. La misura del trend è data dall’impronta di carbonio. I consumi energetici imputabili al cantiere sono  responsabili dell’emissione di enormi quantità di CO2, ed è quindi necessario individuare strategie efficaci per facilitarne la riduzione. Intervenire sui servizi logistici per il cantiere può rappresentare un opportunità.

In the construction process, the construction site phase plays the tackle of this century: contributing to reduce the carbon footprint of the building sector, in relation to both the consumption of non-renewable resources and polluting emissions. The international scientific research has established that it is not sufficient the control of the energy and environmental impacts in the exercise phase anymore, but it is necessary to analyse the resources budget throughout the entire life-cycle, reflecting on terms of embodied energy and carbon. The measurement of the trend is given by the carbon footprint. The energy consumptions attributable to the construction site are responsible  for the emissions of large amounts of CO2, so it is necessary to identify efficient strategies to facilitate their reduction. Intervening on site logistics can represent an opportunity.

Monica Cannaviello, Architetto, Dottore di Ricerca in Tecnologia dell'architettura e dell'ambiente, Esperto in Gestione dell’Energia, Professore a contratto (dal 2000 al 2012) presso l’Università di Napoli Federico II e l’Università della Campania, ha partecipato a diversi progetti di ricerca, sull'efficienza energetica degli edifici, sull'innovazione tecnologica e sulla sostenibilità della fase di costruzione. È stata impegnata in attività di docenza in master e corsi di formazione professionale inerenti il proprio settore di ricerca ed è autrice di numerose pubblicazioni scientifiche e tecniche.