Reti ferroviarie e valorizzazione dei territori (e-book)

Nessuna valutazione
SKU: 9788865427675    Titolo disponibile
  • RM02
15,60 €
Recupero, manutenzione e innovazione delle stazioni
Autrici: Maria Rita Pinto, Donatella Diano
ISBN 978-88-6542-053-9
Pagine: 194
Anno: 2020
Formato: 24 x 21 cm
Collana: Recupero, manutenzione e innovazione dell’ambiente costruito, 2
Supporto: file PDF (36 Mb)

La ricerca scientifica sul tema delle ferrovie pone oggi numerose questioni, che si differenziano notevolmente in funzione dei contesti osservati: dall’interazione tra nodo ferroviario e area urbana, problema particolarmente sentito nelle grandi città, alle strategie per le linee ferroviarie dismesse o sottoutilizzate nelle aree interne della Penisola. Gli interessi socio-economici coinvolti, la diversa condizione delle comunità locali, le disposizioni di legge vigenti richiedono un approccio fondato su molteplici chiavi di lettura, declinato alle diverse scale di progetto.
Le competenze nel settore della Tecnologia del Recupero consentono di affrontare la complessità del tema con un approccio sistemico, in grado di individuare risorse, relazioni, bisogni, vincoli, per definire strategie di intervento diversificate. La cultura progettuale del recupero ha un ruolo centrale per la definizione di un modello di sviluppo virtuoso, capace di attribuire nuove funzioni e qualità ai contesti insediativi.
Il controllo delle variabili di progetto in chiave prestazionale apre ad un’accezione sempre più dinamica del ciclo di vita del sistema stazione e delle reti di risorse nei processi di valorizzazione del territorio.

Today the scientific research on the theme of railways poses many questions, which differ considerably according to the observed context. In metropolises the main question is the interaction between the railway junctions and the urban area, while in the inner areas of Peninsula the problem regards the decommissioned or underused railway lines. The involved socio-economic interests, the different conditions of the local communities and the current legal provisions require a multi-key approach, declined in relation to the landscape, urban and building design.
The skills in the Recovery Technology allow facing the complexity of the theme with a systemic approach, able to identify resources, relationships, needs and constraints, to develop diversified intervention strategies. The design culture of recovery plays a central role in defining a virtuous development model, capable of attributing new functions and qualities to the settlement contexts.
The control of the project’s variables opens up to a new dynamic meaning of the station system’s life cycle and of the resources’ networks in the enhancement process of the territory.

Recensioni

Nessuna recensione disponibile per questo titolo.