Novus linguae et eruditionis Romanae thesaurus

Nessuna valutazione
SKU: 9788889579091    Titolo disponibile
  • thes
  • thes-2
350,00 € 500,00 €
Autore: Johann Matthias Gesner
Prefazione di Oleg Nikitinski
ISBN 978-88-89579-09-1
2 voll. (indivisibili)
Pagine: 1368 + 1328
Rilegatura rigida telata con sovraimpressioni dorate sul dorso
Anno: 2006
Formato: 23 x 33 cm

Sotto gli auspici dell'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, La scuola di Pitagora editrice propone agli studiosi della lingua latina la prima ristampa anastatica del Novus linguae et eruditionis Romanae thesaurus (1749) di Johann Matthias Gesner (1691-1761).
Johann Matthias Gesner, che fu bibliotecario e professore di retorica nell'università di Gottinga, accrebbe con ricche giunte (introducendovi anche il più pratico criterio dell'ordinamento alfabetico delle voci) l'opera classica, pubblicata per la prima volta nel 1531, che si deve all'immensa erudizione del grande tipografo-editore, esploratore di biblioteche, classicista e francesista Roberto I Estienne (lo Stefano, 1503-59), capostipite dell'illustre famiglia francese d'umanisti: il Thesaurus linguae Latinae.

Il Gesner arricchì infatti delle sue annotazioni ai singoli vocaboli, che veniva scrivendo man mano che procedeva nella lettura, il lessico dello Stefano, già ampliato, prima di lui, da altri dòtti latinisti. La critica ha rilevato in questo dizionario dei meriti particolari, che lo rendono ancor oggi, nonostante gl'innegabili progressi della linguistica e della lessicografia latina, di grande utilità per lo studioso.
Da qual fonte meglio che da questa potremmo infatti attingere tante osservazioni squisite sul lessico latino di filologi illustri dei secoli passati? E tali osservazioni giovano non poco alla comprensione della lingua e della storia della letteratura latina.
Dove troveremo un indice etimologico così ampio e chiaro? È questo un sussidio non certo da disprezzare per chiunque indaghi i rapporti di parentela tra le parole.
S'aggiunga la traduzione greca di tutte le voci.
Infine, quest'opera è necessaria a tutti quelli che studiano il latino degli scrittori moderni.
Si sa che il Runchenio aveva l'abitudine d'usare il Thesaurus ogni qual volta dovesse scriver qualcosa in latino, se dubitava del senso o dell'autorità di qualche voce. E anche ai tempi nostri il Gesner sèguita a essere utile ai cultori della composizione latina, a motivo dei molti suoi pregi, tra cui degna di nota è la ricchezza con cui registra le locuzioni.
Ma c'è anche di più: il Gesner nella trattazione di certe voci è addirittura superiore a tutti i dizionari oggi in uso. In quest'ultimi infatti alcuni vocaboli son trattati meno accuratamente (per esempio il Gesner [3, 696, 79] fa correttamente lunga la penultima di parietina, mentre sbagliano il Faber, il Nolten, il Forcellini, il Georges, il Lewis-Short e il dizionario d'Oxford; e un altro fatto curioso: alla voce abracadabra si troveranno nel Gesner più notizie curiose che negli altri lessicografi), mentre altri non vi si trovano affatto: per esempio il sostantivo neutro veternum, -i è registrato dal Gesner (cfr. ThLL 6, 3, 3137, 45 e Gloss. 2, 464, 24), ma manca nel Forcellini, nel Georges e nel Lewis-Short.


Altre caratteristiche

• Nuova prefazione di Oleg Nikitinski

• Tutte le voci sono tradotte in greco

• Fraseologia latina Indice etimologico

• Edizione maneggevole ed elegante di un'opera finora difficilmente accessibile

 

 

Condizioni per l'acquisto dell'opera con pagamento rateale (solo per l'Italia):

Versamento di 200 euro (con pagamento anticipato o contro assegno) alla sottoscrizione del contratto e di 6 rate mensili di 50 euro.

Recensioni

Nessuna recensione disponibile per questo titolo.

Le novità editoriali

Confronta (0)

NascondiMostra