WordLIKESignMOVIE. Content switch (open access)

Nessuna valutazione
SKU: 9788865423943    Titolo disponibile
  • TF10
WordLIKESignMOVIE
Content switch

Autrici: Alessandra Cirafici, Ornella Zerlenga
ISBN 978-88-6542-394-3
Edizione italiano-inglese
Pagine: 232
Anno: 2020
Formato: 14,8 x 21 cm
Collana: Temi e frontiere della conoscenza e del progetto, 10
Supporto: file PDF (86 Mb)
TF10-9788865423943.pdf TF10-9788865423943.pdf
Filename: TF10-9788865423943.pdf
MIME-Type: application/pdf
File size: 88775153 Bytes

WORDLIKESIGNMOVIE è un’esperienza di ricerca costruita integrando design grafico e arte. I temi della scrittura visiva e della multimedialità sono stati rivisitati sulla base di poetiche artistiche, contemporanee e innovative. L’incontro con gli artisti Anna Maria Pugliese e Arthur Duff prende spunto dalla mostra “La memoria come strumento di coscienza creativa”, allestita da Pugliese presso il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, e dalle installazioni site specific di Duff dove il disegno di parole è ‘inciso’ su pareti con l’utilizzo di tecnologia laser. Questi contesti hanno costituito un’inedita opportunità di confronto fra arte e formazione disciplinare, fra processi di creazione e nuovi linguaggi multimediali per la costruzione di video-ambienti ed esperienze sensoriali dove l’immagine figurata della parola scritta si è integrata con le dimensioni temporali di suono, animazione e video-proiezione, restituendo progetti grafici dal valore sistemico che, in forma di itinerari espositivi, hanno rivisitato lo spazio della percezione come rapporto fra parola, immagine, suono e movimento.

WORDLIKESIGNMOVIE is a research experience made by integrating graphic design and Art. The themes of visual writing and multimedia have been revisited on the basis of artistic, contemporary and innovative poetics. The meeting with the artists Anna Maria Pugliese and Arthur Duff is inspired by the exhibition “Memory as an instrument of creative conscience”, set up by Pugliese at the National Archaeological Museum of Naples, and by Duff’s ‘site specific’ installations where the drawing of words is ‘engraved’ on walls with the use of laser technology. These contexts have constituted an unprecedented comparison opportunity between Art and disciplinary training, between creation processes and new multimedia languages ​​for the construction of video-environments and sensory experiences where the figurative image of the written word is integrated with the temporal dimensions of sound, animation and video-projection, returning graphic projects with a systemic value which, in the form of exhibition itineraries, have revisited the space of perception as the relationship between word, image, sound and movement.

Recensioni

Nessuna recensione disponibile per questo titolo.

Le novità editoriali

Confronta (0)

NascondiMostra