Lo sfacelo del Bel Paese

Not Rated Yet
SKU: 9788865421321    Product in stock
  • Pan01.jpg
6,80 € 8,00 €
Autore: Antonio Cederna

ISBN 978-88-6542-132-1

Pagine: 102

Anno: 2013

Formato: 14,5 x 14,5 cm

Supporto: libro cartaceo

«Il tema dell'opera è il malgoverno del territorio, il disfacimento delle città, l'abrogazione del paesaggio, la distruzione della natura, l'eliminazione dello spazio fisico necessario alla salute pubblica, lo smantellamento di un'immensa e insostituibile eredità  di cultura, la privatizzazione sistematica del suolo nazionale in nome della rendita parassitaria. Negli ultimi trent'anni abbiamo assistito al rifiuto costante o al costante fallimento di ogni tentativo di pianificazione urbanistica, all'in­discriminata depredazione di un bene considerato, anziché patrimonio collettivo e risorsa per definizione limitata e non reintegrabile, terra di nessuno».
Antonio Cederna pubblica La distruzione della natura in Italia nel 1975, ma l'attualità della sua analisi condotta con rigore scientifico e illustrata con il suo immancabile stile tagliente, lo rende indispensabile alla comprensione dei problemi del territorio del nostro Paese anche oggi, agli albori del XXI secolo.

 

Antonio Cederna (1921-1996), antifascista, archeologo, giornalista indignato, ha scritto sui principali giornali italiani: «Il Mondo», «Corriere della Sera», «la Repubblica» e «L'Espres­so»  dalle cui co­lonne ha denunciato con rigore filologico e stile colto, semplice e ta­gliente l'Italia del degrado ambientale, degli scempi urbanistici e dello sfacelo del patrimonio culturale. Nel 1970 ha vinto il Premio Saint Vincent per il giornalismo e nel 1994 la «Medaglia per i benemeriti della cultura e dell'arte». Dei suoi libri ricordiamo I vandali in casa e Brandelli d'Italia. Come distruggere il Bel Paese: sventramento di centri storici, lottizzazioni di foreste, cementificazione.

Reviews

There are yet no reviews for this product.

Le novità editoriali

Compare (0)

HideShow