Il concetto di filosofia della religione in Hegel

Not Rated Yet
SKU: 9788889579046    Product in stock
  • D02.png
2,50 € 10,00 €
Autore: Vittorio Hösle
ISBN 978-88-89579-04-6
Pagine: 128
Anno: 2006
Formato: 11,5 x 19,5 cm
Collana: Diotima. Questioni di filosofia e politica, 2
Supporto: libro cartaceo

Vittorio Hösle s'interroga sulla possibilità  gnoseologica della filosofia della religione, un concetto solo apparentemente paradossale. Seguendo la traccia del maggiore filosofo tedesco, Georg Wilhelm Friederich Hegel, l'autore ripercorre i momenti principali dell'analisi filosofica delle religioni storiche e del rapporto tra fede e sapere, ricostruendo le fasi di sviluppo di alcune delle più importanti fedi religiose, in particolare del cristianesimo. Il significato filosofico del culto, della Trinità  e della figura di Cristo risulta fondamentale per ricucire il rapporto tra l'uomo e la verità , messo in crisi dal crollo della fede religiosa e dalla diffusione dell'ateismo tra Sette e Ottocento.

 

Nato a Milano nel 1960, Vittorio Hösle ha studiato filosofia, storia della scienza, indologia e filologia greca. Dal 2000 è professore di arte e letteratura al Dipartimento di letteratura tedesca, filosofia e scienze politiche dell'Università  di Notre-Dame, Indiana (U.S.A.).
Tra le opere principali: Verità  e storia (originale tedesco 1984, traduzione italiana 1998); Hegels System, 1987; Moral und Politik, 1997 (traduzione inglese 2004); Der philosophische Dialog, 2006. Nelle opere più recenti è impegnato in una ricostruzione critica dell'idealismo oggettivo e nell'elaborazione di una nuova etica capace di rispondere alle sfide decisive del mondo tecnologico.


Indice del volume

Reviews

There are yet no reviews for this product.

Le novità editoriali

Compare (0)

HideShow