La letteratura greca dell’antichità

Nessuna valutazione
SKU: 9788865426692    Titolo disponibile
  • T08
14,45 € 17,00 €
Il periodo attico (480-320 a. C.)
Autore: Ulrich von Wilamowitz-Moellendorff
A cura di Gherardo Ugolini
Traduzione di Eduardo Simeone
ISBN 978-88-6542-669-2
Pagine: 188
Anno: 2019
Formato: 12 x 19,5 cm
Collana: Tascabili, 8
Supporto: libro cartaceo

«… tragedia e commedia, quelle diventate storicamente generi greci, hanno la medesima radice: l’estasi dionisiaca».
A parte questo passaggio – certo il più sorprendente, se pensiamo alla Filologia dell’avvenire e alla polemica con Nietzsche di trent’anni prima – quello che più risalta di questa «personalissima» Letteratura greca dell’antichità sono i ritratti. Condensando magistralmente aspetti biografici, sfondo storico e valutazioni estetiche, il grande Wilamowitz ci dà un’immagine viva, precisa e avvincente di Sofocle, Euripide, Isocrate, Senofonte, Platone.

Ulrich von Wilamowitz-Moellendorff (1848-1931), pro­fessore di filologia classica alle università di Greifswald, Gottinga e Berlino, è stato il più celebre antichista della sua generazione. Da giovane, dopo l’uscita della Nascita della tragedia (1872) di Nietzsche, pubblicò un pamphlet, La filologia dell’avvenire, nel quale accusò pesantemente il giovane filologo e futuro filosofo di servirsi di un metodo non scientifico.

Recensioni

Nessuna recensione disponibile per questo titolo.

Le novità editoriali

Confronta (0)

NascondiMostra